Un grande mercato di circa 182 milioni di consumatori insieme a una ricca dotazione di risorse naturali – in particolare il petrolio – ha focalizzato l’attenzione degli investitori sui mercati dei paesi del Commonwealth of Independent States (CIS), tra cui Armenia, Bielorussia, Russia, Kazakistan, Kirghizistan.

Le notevoli differenze nei sistemi regolamentari degli Stati, rilevanti per l’ubicazione degli investimenti, e le condizioni di investimento vantaggiose delle Zone Economiche Speciali (SEZ) li rendono la prima scelta da prendere in considerazione dagli investitori. Inizieremo la nostra serie di articoli dedicati alle SEZ dei tre paesi di questa regione, vale a dire Bielorussia, Kazakistan e Russia.

 

Bielorussia

Il primo paese nella nostra lista è la Bielorussia che offre trattamenti preferenzialiagli investitori, in particolare a coloro che si stabiliscono in SEZ “semplici” e parchi industriali, che si differenziano in base al settore di investimento dell’investitore.

  1. Zone economiche speciali

La Bielorussia ha 6 zone economiche speciali (SEZ), una per ogni regione del paese. Nel 2015 il loro regime è stato unificato e attualmente i benefici legislativi generali forniti agli investitori dalle SEZ sono quasi identici.

  • Requisiti per i residenti

Per diventare residente nella SEZ, un investitore deve essere domiciliato nel territorio, disporre di un piano di investimenti per un minimo di 1 000 000 EUR o ad un tasso ridotto di 500 000 EUR con un periodo di investimento massimo di 3 anni e non operare all’interno di uno dei settori limitati al godimento del regime preferenziale della SEZ (ad esempio banche, assicurazioni, energia nucleare, alcol e nicotina, industrie militari).

  • Principali vantaggi
  • Spese e agevolazioni ridotte per l’affitto di terreni: il regime SEZ prevede il totale esonero dai pagamenti degli affitti e una notevole facilità nella procedura di stipula di contratti di affitto, esclusa la procedura di gara obbligatoria.
  • Tutte le ZES prevedono le seguenti tax holiday, vale a dire

0% Imposta sugli utili,

0% Imposta fondiaria (nel caso in cui un terreno venga affittato a scopo di aiuto alla costruzione, questo deve essere limitato a un periodo di 5 anni),

0% Imposta immobiliare (per soggetti situati al di fuori della ZES, tale esenzione è limitata a un periodo di 3 anni).

 

  1. Parco industriale

Il parco industriale cinese-bielorusso “Great Stone” ha lo scopo di promuovere le industrie ad alta tecnologia ed è stato stimato dal Ministero del Commercio Cinese come il più grande progetto cinese all’estero.

  • Requisiti per i residenti

Analogamente alla SEZ, i residenti del Parco devono essere domiciliati nel suo territorio e superare la soglia di investimento di 5 000 000 USD o un tasso ridotto di 500 000 USD, qualora sono previste attività di ricerca e sviluppo.

Il parco è aperto agli investitori senza trattamento differenziato basato sul paese di origine, ma limitato alle attività di produzione industriale (ad es. Elettronica, chimica fine, biotecnologia, ingegneria meccanica).

  • Principali vantaggi
  • Il parco garantisce i seguenti sgravi fiscali ai residenti:

0% di imposta fondiaria,

0% Imposta sugli utili per un periodo di 10 anni, e una riduzione del 50% dell’aliquota fiscale corrente nel periodo successivo,

0% di imposta immobiliare (limitata ai soggetti situati nel territorio del Parco),

0% Imposta sui dividendi (limitata a un periodo di 5 anni).

Una riduzione delle imposte sul reddito del 9% anziché del 13% generale può aiutare a mitigare le spese per la manodopera per gli investitori.

  • La maggior parte degli accordi bilaterali della Bielorussia prevedono un regime di entrata nella paese senza visto valido per 30 giorni, mentre i residenti del Parco e i lavoratori godono di un periodo di esenzioni di 180 giorni.
  • I residenti sono inoltre esenti dai requisiti di legge in materia di valuta. Ciò include il proprio diritto di aprire un conto bancario in una banca straniera ed eseguire transazioni, senza il necessario preapproval da parte della Banca Centrale, senza alcuna condizione Bielorussa obbligatorie per l’esecuzione di contratti di importazione-esportazione (sostanzialmente 90 giorni per l’importazione e 180 giorni per l’esportazione ) e altri tipi di allentamento delle disposizioni correlate.

Nei casi in cui i residenti della SEZ e dell’Industrial Park ottengano l’approvazione per l’accesso al regime della  Free Custom Zone, godranno anche di un esonero totale dall’IVA per i prodotti importati e le merci finali da esportare fuori dall’Unione Doganale (comprendente tutti i paesi CIS).

Se stai cercando di avviare un’attività in una SEZ o in Bielorussia, D’Andrea and Partners Legal Counsel è pronto ad assisterti con un team di esperti .

D’Andrea and Partners Legal Counsel in collaborazione con il Consolato Generale di Bielorussia a Shanghai ha precedentemente pubblicato la Guida agli investimenti esteri diretti in Bielorussia. Saremo lieti di condividere la versione digitale gratuitamente con le prime dieci persone che ne faranno richiesta tramite russiadesk@dandreapartners.com.