In molti paesi vengono identificati alcuni settori in cui gli investimenti stranieri non sono consentiti al fine di garantire la sicurezza nazionale. Il primo passo per ogni investitore che sta valutando di stabilire la presenza in un paese estero è capire se il settore è aperto per il capitale straniero.

Secondo Bloomberg, nel 2017 il Kazakistan era primo in Asia centrale per crescita economica e IDE, generando circa il 60% del PIL della regione. Sebbene nessun settore dell’economia sia legalmente chiuso agli investitori, alcune norme disordinatamente contenute in leggi e regolamenti prevedono restrizioni alla proprietà straniera. Questo articolo riassume le principali restrizioni e limitazioni previste dalle leggi del Kazakistan.

Industrie energetiche e minerarie

Le vaste riserve di idrocarburi e minerali del Kazakistan rimangono la spina dorsale dell’economia. Il paese è ricco di petrolio, gas naturale, tungsteno, carbone, uranio e rame e occupa le prime posizioni in numerosi classifiche mondiali per le riserve di risorse naturali.

I diritti generali dei residenti e dei non residenti in Kazakistan riguardo l’uso del sottosuolo sono disciplinati dalle stesse normative. Le principali differenze e si manifestano quando il progetto di investimento coinvolge le risorse del sottosuolo di importanza strategica (SRSI).

[SRSI] è un’area del sottosuolo (i) contenente riserve geologiche di petrolio di oltre 50 milioni di tonnellate o gas naturale di oltre 15 miliardi di metri cubi, (ii) situato nella parte del Kazakistan del Mar Caspio, (iii) contenente un uranio.

I regolamenti prevedono una procedura generale di approvazione per gli investitori che desiderano utilizzare il sottosuolo. Tuttavia, i progetti a investimento straniero possono essere rigettati per un motivo ulteriore, correlato allo scopo di sicurezza nazionale. Inoltre, il diritto degli investitori stranieri di utilizzare il sottosuolo è meno stabile, in quanto il governo ha il diritto di modificare unilateralmente il contratto laddove il cambiamento della situazione economica influisca sulla sicurezza nazionale.

Tutto quanto sopra considerato, il governo vanta anche il diritto di prelazione sul trasferimento delle risorse provenienti dal SRSI.

Settore bancario e assicurativo

Ad oggi, le banche e le compagnie assicurative straniere possono assumere un interesse equo nelle banche e organizzazioni assicurative locali o stabilire le loro filiali, ma non sono autorizzate ad aprire filiali in Kazakistan.

Cinque anni fa, in seguito alla sua adesione all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), il governo ha approvato la “Legge sugli emendamenti ad alcuni atti legislativi relativi alla fornitura di servizi finanziari e attività delle organizzazioni finanziarie“, che revoca la suddetta restrizione. Le norme che introducono il diritto delle banche e delle compagnie assicurative estere di aprire una filiale entreranno in vigore il 16 dicembre 2020.

Per aprire una filiale in Kazakistan, un’organizzazione straniera dovrà ottenere un permesso dalla Banca Nazionale del Kazakistan (NBK). La citata Legge prevede inoltre il diritto della NBK di stabilire norme e limiti e stabilire standard per il personale dirigente delle filiali.

I regolamenti prevedono limitazioni alle attività che una filiale potrà svolgere. In particolare nelle filiali del settore bancario sarà vietato accettare depositi da persone fisiche inferiori a 120.000 USD.

Industria delle telecomunicazioni

La normativa prevede limiti specifici al 20% per le partecipazioni degli investitori stranieri nelle società di media e al 49% per gli operatori di comunicazioni a lunga distanza o internazionali.

Inoltre, l’investitore straniero deve anche ottenere l’approvazione del governo per acquisire più del 10% dei diritti di voto negli operatori di comunicazioni a lunga distanza o internazionali.

Il governo ha annunciato che, all’adesione del Kazakistan all’OMC, avrebbe rimosso le restrizioni nel settore delle telecomunicazioni, tuttavia ciò non è avvenuta alcuna apertura.

Proprietà terriera

Analogamente agli altri paesi post-sovietici, le leggi limitavano agli investitori stranieri la proprietà di terreni agricoli e appezzamenti di terreno situati al confine.

Servizi aerei e di trasporto

Le persone giuridiche e straniere non possono detenere più del 49% delle quote o esercitare il controllo sulla compagnia di trasporto aereo nazionale e internazionale.

Nel complesso, nel corso degli anni di sviluppo delle normative sugli investimenti esteri, il governo del Kazakistan ha presentato un trend positivo e ha aperto molti settori agli investitori stranieri. Di recente è stato attuato un piano di promozione degli investimenti volto ad aumentare al 25% la quota degli investimenti esteri nel PIL. Pertanto, gli investitori stranieri possono aspettarsi un ulteriore miglioramento delle normative sugli investimenti esteri, soprattutto dopo la pandemia Covid-19.