Per implementare la supervisione della qualita` di cibi e bevande (la cosiddetta“Food Security”) e, allo stesso tempo, per promulgare un’autodisciplina necessaria alla preparazione dei cibi per i clienti, la China Food and Drug Administration sta sperimentando una nuova misura di sicurezza, detta “full-view kitchen” (“cucina a vista”). E’ stato dunque richiesto a ristoranti, servizi di catering e mense di provvedere ad uno dei seguenti quattro tipi di cucine, per permettere ai clienti di assistere alla preparazione dei cibi.

La “open kitchen”: un basso muro divisorio andra’ a separare la cucina dai tavoli, creando una “cucina aperta”, per consentire la diretta supervisione, da parte dei clienti, di tutte le operazioni  che si svolgono all’interno. Questo modello risulta essere il piu` adeguato per i piccoli servizi di catering.

La ”transparent kitchen”: i ristoranti utilizzeranno pareti di vetro per ottenere dei corridoi trasparenti e delle finestre, per lasciare che i clienti osservino la preparazione di cibi e bevande. Il modello della “cucina trasparente” e` il piu` adatto per unita’ di ristorazione di grandi dimensioni, cucine centrali, mense di grandi dimensioni e vari tipi di caffetterie.

La “video kitchen”: come si evince dal nome stesso, questo modello prevede l’installazione di una videocamera all’interno della cucina e di alcuni monitor nelle sale da pranzo, nelle sale private e alla cassa, allo scopo di mostrare la preparazione dei cibi. Questo tipo di cucina e` l`ideale per servizi di catering di dimensioni medio-grandi e per le mense.

La “network kitchen”: sia tramite la piattaforma social “Drug Security Food” che attraverso il proprio cellulare, il cliente potra` monitorare in tempo reale il servizio di catering e la preparazione delle vivande.

Se lavori nel settore della ristorazione e desideri maggiori informazioni sulla “cucina a vista”, non esitare a contattarci a info@dandreapartners.com