I. INTRODUZIONE

Gli Emirati Arabi Uniti (“EAU”) sono conosciuti come una delle economie più attraenti in tutto il mondo per gli imprenditori che desiderino aprire un’attività. Ciò’ vale soprattutto per le imprese che operano nei settori dell’importazione e dell’esportazione, delle catene del valore globali e del networking logistico. Il governo degli EAU garantisce alle aziende un ambiente normativo dalla burocrazia agevole ed una rapida risoluzione delle controversie. Come diretta conseguenza di queste disposizioni, l’economia ha visto crescere in doppia cifra il numero di startup di successo dal 2012.

II. DATI GLOBALI

Gli EAU si sono classificati al primo posto tra la regione del Medio Oriente e del Nord Africa, nell’Indice di Ripresa Economica COVID pubblicato da Horizon Research Group. Ciò ha fatto crescere fortemente la stabilità fiscale e monetaria dell’economia dello Stato e evidenzia la capacità di canalizzare le risorse per districarsi nelle turbolenze economiche. La stabilità e la protezione economica sono fondamentali per l’incubazione delle startup in quanto garantiscono la sopravvivenza di piccole entità, prive dei mezzi finanziari per affrontare la recessione economica. Fornendo agli imprenditori consulenza e sostegno finanziario adeguati, il governo degli EAU ha dimostrato il serio interesse ed impegno nel favorire le startup nel paese.

In supporto a questi sforzi, la Banca Mondiale nel suo Ease of Doing Business Index 2020 ha classificato gli EAU come la 16a economia per facilità’ per lla regolamentazione e il funzionamento delle imprese, su una classifica di 190 paesi. Nella categoria di “avvio di un’impresa”, che tiene conto delle complessità procedurali, dei requisiti patrimoniali e dei tempi necessari per l’avvio e l’operatività delle piccole e medie imprese, gli EAU si sono classificati al 17° posto su 190. Queste posizioni testimoniano i sinceri sforzi compiuti dal governo degli EAU per creare un ecosistema di supporto per l’incubazione di startup nel paese.

III. INCENTIVI

In merito alla creazione di un’impresa, negli EAU esistono un numero significativo di “zone franche” (“EFZ”) alle imprese. Trenta si trovano a Dubai, mentre altre dieci sono in costruzione. Le EFZ sono paradisi sicuri per le aziende, in quanto consentono alle societa’ di proprieta’ 100% straniera nessuna imposta sul reddito, nessun dazio di importazione o esportazione, il 100% di rimpatrio di entrate e profitti, documentazione ridotta e procedure di visto più agevoli per i dipendenti.

Inoltre, la Camera di Commercio e Industria di Dubai (DCCI) ha creato un comitato a disposizione per consulenza e assistenza, con l’obiettivo di rafforzare il contributo dei conglomerati multinazionali nel plasmare il regime di regolamentazione delle imprese. Nel 2019, il governo degli EAU ha lanciato miriadi di incentivi volti a cancellare o ridurre oltre 1.500 commissioni per servizi governativi fino al 50% e concedere permessi di residenza a lungo termine agli imprenditori di startup tecnologiche al fine di garantire la solidità finanziaria delle startup.

IV. CONCLUSIONE

La sfida resta ancora aperta per il governo degli EAUi per aumentare l’ecosistema delle startup in modo che il contributo delle piccole e medie imprese possano aumentare dal 40% del PIL del 2017, al 45% del PIL nel 2021. Pertanto, il governo dovrà’ garantire ancora piu’ incentivi, migliorare ulteriormente il sostegno alle imprese, ridurre i costi e promuovere una solida regolamentazione commerciale.

D’altra parte, per le imprese, l’ostacolo maggiore resta nella strategia di espandere esponenzialmente le dimensioni del business. Ciò richiederebbe alle startup con sede negli EAU di espandere il mercato oltre i confini dello stato, nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa con un piano ben definito.

Una volta superate queste difficoltà, l’attrattiva degli EAU come trampolino di lancio per startup e imprenditori di tutto il mondo sarebbe impareggiabile.

In caso di domande o per richiedere ulteriori informazioni, non esitate a contattarci all’indirizzo info@dandreapartners.com.