Intro

L’economia russa, che tradizionalmente è stata fortemente dipendente dall’estrazione e dall’esportazione di combustibili fossili, dalla produzione di idrocarburi e dall’estrazione mineraria, si sta ora muovendo nella direzione di fonti di energia pulite e investimenti ecologici, sociali e di governance (ESG). La conformità ESG è diventata un fattore importante nelle pratiche di investimento odierne e la Russia e’ consapevole la sua importanza così come dei potenziali rischi per inadempimento dei principi ESG da parte delle società locali.

Finanziamenti Green

Seguendo il trend globale, la Banca Centrale della Federazione Russa insieme al Ministero delle Finanze hanno avviato i primi dibattiti e consultazioni sulla prima emissione di obbligazioni Green. Le autorità in questo momento stanno valutando anche i rischi sistematici per i mercati finanziari derivanti dal cambiamento climatico e dall’attuazione di progetti green da parte degliu altri Stati. Inoltre, la città di Mosca sta valutando l’emissione di obbligazioni green, i cui proventi saranno utilizzati per finanziare progetti connessi all’ecologia. I green bond sono una categoria nuova e in diffusione di titoli a reddito fisso. I fondi raccolti attraverso tale emissione vengono utilizzati per finanziare progetti nel settore delle energie rinnovabili, come l’energia eolica e solare, e per ridurre le emissioni a livello nazionale. Una ricerca svolta da BBVA indica che la quota di obbligazioni green nel 2020 ha raggiunto 1 trilione di dollari, pari a circa lo 0,9% delle obbligazioni totali in circolazione a livello mondiale. Negli ultimi anni numerosi stati e organizzazioni internazionali sono entrati nel mercato del finanziamento green e il 2021 vedrà un numero crescente di emissioni.

Imprese russe ed ESG

Inoltre, nel settore privato, alle aziende Russe e’ stato comunicata la prioprita’ della conformità e dell’adozione dei principi ESG, nonostante la maggiore onerosita’ di una trasformazione in un quadro più sostenibile. Ciò è particolarmente rilevante considerando un certo numero di società nazionali che operano nel settore dell’energia convenzionale. Inoltre, i partecipanti ai mercati finanziari globali hanno ceduto le loro partecipazioni da società con un rating ESG basso. Di conseguenza, il costo del finanziamento per le imprese energetiche russe dovrebbe aumentare. Pertanto, dare la priorità ai progetti green per ridurre le emissioni e migliorare l’efficienza energetica può essere cruciale per mantenere in linea il costo dei finanziamenti per le aziende nazionali e garantire la stabilità della loro posizione finanziaria. Ad esempio, la compagnia ferroviaria russa RZHD ha collocato un’emissione di obbligazioni di 500 milioni di euro nel mercato dell’UE. L’emissione è stata sottoscritta in eccesso e successivamente i costi di finanziamento sono diminuiti.

Misure vigenti

Nonostante la Russia non abbia la reputazione di preservare attivamente l’ambiente e di essere un promotore della riduzione della dipendenza dai combustibili fossili, alcune misure sono già state prese. La Russia ha firmato l’Accordo di Parigi sul clima nel 2019 e possiede circa 54 milioni di ettari di riserve naturali protette. Dal 1990 la Russia ha ridotto la propria impronta di carbonio del 30%. Nel 2019 il programma “Ecologia” è stato adottato dalle autorità. Il programma che copre il periodo dal 2018 al 2024 ha come priorità la liquidazione delle discariche illegali di rifiuti, ritrattare il 60% dei rifiuti urbani e ridurre l’inquinamento atmosferico nelle grandi aree urbane altamente popolate. I progetti preserveranno anche foreste, fiumi e laghi russi. Il costo stimato del programma “Ecologia” è di circa 50 miliardi di euro, con un importo significativo di questo costo da finanziare nei mercati privati ​​sia in Russia che all’estero. Infine, la Russia ha implementato uno standard russo per la finanza green, una nuova politica che mira a trasformare l’economia locale e indirizzarla in un percorso sostenibile. Lo standard delineerà i metodi per facilitare gli investimenti privati ​​in progetti ambientali.

Conclusione

In seguito allo spostamento delle politiche nazionali nei paesi di tutto il mondo verso un futuro verde e sostenibile, anche la Russia ha rivolto la propria attenzione a questo problema. La Banca Centrale e il Ministero delle Finanze stanno già discutendo per l’emissione del primo green bond, mentre il settore privato dovrebbe orientarsi verso pratiche più ESG-friendly al fine di mantenere sostenibili i costi di finanziamento.

In caso di domande o per richiedere ulteriori informazioni, non esitare a contattarci all’indirizzo info@dandreapartners.com.