I cinesi guidano auto a nuova energia?

I cinesi guidano auto a nuova energia?

Negli ultimi anni, sulle strade della Cina si sta verificando un fenomeno epocale: un numero sempre maggiore di nuovi veicoli alimentati con fonti green popola le vie cinesi, dalle lussuose auto elettriche Tesla, ai tanti nuovi brand locali come BYD, ROEWE serie E e BAIC BJEV. I veicoli elettrici sono, dunque, sempre più popolari in Cina.

Secondo le statistiche della China Association of Automobile Manufacturers “Associazione dei costruttori automobilistici in Cina”, in ottobre 2016, la produzione di nuovi veicoli alimentati elettricamente è stata pari a 49.000 elementi, mentre il volume delle vendite ha raggiunto le 44000 unità, con una crescita del 14,3% e 8,1% rispettivamente rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. Da gennaio a ottobre 2016, l’output totale è stato di 355000, mentre le vendite hanno totalizzato le 337000 auto, con una crescita di 77,9% e 82,2% rispettivamente rispetto allo stesso periodo del 2015.

A partire dal 2009, la Cina ha rilasciato una serie di politiche di sostegno per lo sviluppo e la promozione di veicoli alimentati elettricamente.

Il 17 giugno 2009, il Ministry of Industry and Information Technology of the People’s Republic of China (MIIT) – Ministero dell Industria e dell’Information tecnology della RPC (MIIT) ha formulato le Management Rules on Access of New Energy Vehicles Production Enterprises and Products, regole di gestione per l’accesso delle imprese di produzione e dei prodotti nel mercato cinese, al fine di promuovere il progresso di prodotti del settore automotive nuove tecnologie, prodotti e servizi per proteggere l’ambiente promuovere il risparmio energetico, promuovere uno sviluppo sostenibile, e incoraggiare la ricerca, sviluppo e la fabbricazione di veicoli sempre più all’avanguardia dal punto di vista ecologico.

Il 14 luglio 2014, l’Ufficio generale per il Consiglio di Stato ha rilasciato la Guidance on Speeding up Promotion and Application of New Energy Vehicles – Guida su come velocizzare il processo di promozione e adozione dei nuovi veicoli elettrici – al fine di accelerare la promozione della domanda di tali veicoli, alleviare la pressione sulle risorse energetiche e l’ambiente, e promuovere la trasformazione e l’aggiornamento dell’industria automobilistica.

Il 1 agosto 2014, il Ministry of Finance, il Ministry of Science and Technology, il MIIT, il National Development e la Reform Commission – Ministero delle Finanze, l’amministrazione dello Stato della fiscalità e l’MIIT – congiuntamente, hanno rilasciato la Notice of Incentives for Construction of Charging Infrastructure for New Energy Vehicles – l’ Annuncio sugli incentivi all’ acquisto di veicoli elettrici – l’ annuncio prevedeva che i nuovi veicoli potessero godere di una esenzione di imposta.

Nel Novembre del 2014, il Ministero delle Finanze, il Ministero della Scienza e della Tecnologia, il MIIT e la Commissione sullo sviluppo nazionale e le riforme hanno congiuntamente stampato e pubblicato il Notice of Incentives for Construction of Charging Infrastructure for New Energy Vehicles – bando di incentivi per la costruzione di infrastrutture atte alla ricarica dei nuovi veicoli elettrici – al fine di accelerare la costruzione di infrastrutture dedicate a questa tipologia di veicoli e promuovere il costante sviluppo della nuova industria automobilistica. Sono stati altresì stanziati fondi per dare incentivi alla costruzione di infrastrutture e colonnine di ricarica nelle città e la promozione dei veicoli elettrici.

Il 22 aprile 2016 il Ministero delle Finanze, le medesime Autorità citate pocanzi stamparono e pubblicarono congiuntamente il Notice on Promotion and Application of New Energy Vehicles from Year 2016 to 2020 – bando sulla promozione e adozione di veicoli elettrici nel quadriennio 2016-2020. I quattro ministeri e la commissione potrebbero, dunque, nei prossimi anni, continuare ad attuare la politica delle sovvenzioni per promuovere l’applicazione di nuovi veicoli, e l’unità centrale di finanziamento potrebbe garantire nuove sovvenzioni per l’acquisto di tali veicoli.

Il 7 maggio 2016, il Ministry of Finance, lo State Administration of Taxation e il MIIT hanno congiuntamente stampato e pubblicato il Notice of Vehicle and Vessel Tax Preferential Policies for Vehicles and Vessels Using New Energy in Order to Save Energy – bando sulle politiche fiscali preferenziali sui veicoli e le navi alimentate elettricamente – promuovendo incentivi fiscali sull’aquisto di mezzi alternativi, al fine di risparmiare energia, favorire l’utilizzo di fonti energetiche alternative.

Oltre a quelle sopra menzionate, sono molte le politiche messe in atto dalle Autorità nazionali e locali al fine di sostenere lo sviluppo di nuovi veicoli ecologici, ma il più accattivante è, senza dubbio, la sovvenzione pubblica. In conformità con il bando sulla promozione e adozione di nuovi veicoli elettrici dall’anno 2016 al 2020, dall’anno 2017 al 2020, fatta eccezione per la cella a combustibile alimentato veicoli, lo standard della sovvenzione per gli altri modelli di veicolo seguira’ i seguenti tagli: il livello di sovvenzione per anni il 2017-2018 diminuirà del 20% sulla base di standard di 2016, e il livello di sovvenzione per gli anni 2019-2020 diminuirà del 40% sulla base di standard di 2016.

A nostro parere, il governo cinese continuerà a sostenere lo sviluppo dell’industria di automobili elettriche, ma la politica di sovvenzionamento andrà via via scomparendo. Tuttavia, le opportunità per l’automotive non mancheranno in questo Paese, ma saranno “riservate” alle imprese che sapranno orientare la propria ricerca e sviluppo e la propria produzione verso nuove fonti energetiche e verso lo sviluppo di tecnologie innovative, lavorando sulla qualità e l’affidabilità dei prodotti e soprattutto sulla soddisfazione dei consumatori.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, scrivere a info@dandreapartners.com

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.