Mentre la scorsa settimana abbiamo analizzato l’efficacia della risoluzione di una delibera assembleare, oggi vedremo come le Interpretazioni Giurisprudenziali (IV) interpretano e tutelano il diritto all’informazione riconosciuto ai soci.

Il diritto dei soci ad essere informati,  riconosciuto dal diritto societario, consiste nella possibilita’ di accedere – e in alcuni casi di ottenere una copia – a documenti e informazioni inerenti la societa’.  I soci sono titolari del suddetto diritto in relazione ai seguenti documenti:

N. Documenti Accesso Note
1 Statuto Accesso e Copia
2 Verbali Assemblee dei soci Accesso e Copia
3 Delibere Assembleari Accesso e Copia
4 Bilanci Societari Accesso e Copia
5 Libri Contabili Richiesta di accesso Richiesta scritta munita di motivazione. Lo scopo non deve essere inappropriato
6 Libro dei soci Accesso SpA
7 Informazioni su obbligazioni societarie Accesso SpA

 

Le Interpretazioni Giurisprudenziali (IV) hanno meglio specificato il diritto di informazione dei soci sotto 5 aspetti.

  1. Limiti alla possibilita’ di far valere in giudizio il proprio diritto

Le Interpretazioni Giurisprudenziali (IV) hanno evidenziato la necessarieta’ dell’ essere soci al momento della proposizione della causa volta ad ottenere l’accesso ai documenti sopracitati, salvo il caso in cui l’attore abbia elementi di prova sufficienti a dimostrare di aver subito un danno quando rivestiva la qualifica di socio e che la richiesta abbia ad oggetto documenti  formati in quel periodo.

  1. Definizione di scopo inappropriato

Ai sensi del diritto societario, la societa’ e’ legittimata a rifiutare la richiesta di accesso ai libri contabili da parte dei soci  quando ritiene, per qualsiasi giustifcata ragione, che questi abbiano uno scopo inappropriato. Secondo la giurisprudenza nei seguenti casi puo’ ritenersi giustificato il diniego:  1) il socio sia diretto concorrente della societa’,  salvi una diversa disposizione dello statuto o un accordo tra i soci; 2) il socio chieda l’accesso ai libri contabili con lo scopo di informare gli altri soci che potrebbero compromettere i  diritti e gli interessi della societa’; 3) il socio sia a conoscenza di informazioni che abbiano causato un danno alla societa’;  4)altro.

  1. Diritto Inalienabile

Non e’ derogabile la previsione normativa che dispone l’inalienabilita’ del diritto.

  1. Assistenza Professionale

Le Interpretazioni Giurisprudenziali (IV) hanno, per la prima volta, riconosciuto a commercialisti, avvocati e professionisti  la possibilita’ di assistere i soci nell’esercizio del diritto all’informazione. Per evitare un danno alla societa’, i professionisti sono comunque tenuti a non rivelare le  informazioni apprese in tali circostanze.

  1. Diritto al risarcimento

Qualora sia violato il diritto all’informazione riconosciuto ai soci , ove sia accertata la responsabilita’ dei dirigenti o degli amministratori, questi ultimi saranno ritenuti responsabili e i soci avranno diritto al risarcimento dei danni.

Per maggiori informazioni a riguardo, scrivici a: info@dandreapartners.com