Allo scopo di incoraggiare le persone più povere ed illetterate provenienti dalle zone rurali ad effettuare pagamenti digitali, il governo ha recentemente iniziato a promuovere Aadhaar Pay, un sistema che permette di effettuare i pagamenti col solo uso dell’impronta digitale.

Ormai da tempo, il governo in carica si impegna a promuovere i pagamenti in via digitale ed è già stato riportato un incremento dal 400 al 1000 % delle transazioni digitali dall’inizio della demonetizzazione.

L’ “iniziativa digitale indiana” è stata intrapresa al fine di permettere l’accesso ad internet e la maggiore copertura telefonica mobile possibile sul territorio indiano, aiutando milioni di persone ad andare online e fruire dei servizi di pagamento digitale. RBI ha promosso un sistema biometrico di autenticazione per la banca. Aadhar Enhabled Payment System (AEPS) può essere usato per aprire un conto corrente fornendo il numero di identificazione e l’impronta digitale.

Il governo sta inoltre promuovendo portafogli mobili e di recente la RBI ha pubblicato le direttive che permetteranno agli utenti di incrementare il saldo a Rs 100000 previa procedura di verifica conosciuta come “Conosci l’autenticazione del cliente”. Come illustrato di seguito, il governo ha offerto svariati incentivi per promuovere la digitalizzazione in India e l’abbandono del denaro contante:

  1. Non applicabilità dell’imposta sui servizi per le transazioni di ammontare superiore a 2000 rupie.
  2. Sconto del 0,75% sugli acquisti di carburante con l’utilizzo di carte di credito, portafogli mobili o portafogli elettronici.
  3. Assicurazione gratuita contro gli infortuni per un valore pari a 1 milione di rupie per i passeggeri che abbiano acquistato il biglietto online.
  4. Sconto dell’8% per l’acquisto online di polizze sulla vita.
  5. Introduzione di varie tecnologie, come ad esempio la BHIM app (Bharat Interface for Money) per effettuare transazioni.

Oltre a quanto fatto dal governo e da RBI, diverse società stanno partecipando attivamente alla guerra ai crimini informatici. A tal proposito, Microsoft ha recentemente costituito in India un centro adibito alla sicurezza informatica denominato Cyber Security Engagement Center (CSEC) che monitorerà la diffusione dei virus, la provenienza degli attacchi informatici e ogni altra attività sospetta, garantendo così all’utente una maggiore sicurezza.

Al momento lo sviluppo verso un sistema digitalizzato dei pagamenti è rallentato a causa dei seguenti fattori:

  1. La maggior parte dei pagamenti viene effettuata in contanti.
  2. Gli sportelli bancomat sono utilizzati soprattutto per il prelievo di denaro contante e non per effettuare pagamenti via etere.
  3. Disponibilità limitata di punti vendita ove acquistare terminali di pagamento elettronico (apparecchi per la lettura delle carte).
  4. La penetrazione della telefonia mobile in India resta piuttosto debole, essendoci all’incirca 350 milioni di utenti. Il tasso di penetrazione di internet è pari al 29.5% (mentre a livello mondiale è pari a 46.8%).