Un progetto che porta la firma del Politecnico di Torino e della South China University of Technology si è aggiudicato il primo posto nel contest Solar Decathlon China 2018, che vede diversi team di studenti progettare e costruire abitazioni alimentate ad energia solare  e premia le migliori idee mondiali in tema di costruzioni innovative e a basso impatto ambientale. A decretare la vittoria del progetto italo-cinese, nominato “Long Plan”, è stata soprattutto la possibilità di adattarsi ai contesti maggiormente vincolati delle città e di affiancare numerosi moduli mono-familiari, risolvendo il problema del rinnovo urbano e delle residenze.

Il SDC 2018 si e’ svolto a Dezhou, che ambisce a diventare la prima citta’ alimentata ad energia solare, attraverso l’utilizzo di sistemi ecologici e sostenibili, integrando lo smart living con un sistema ad energia fotovoltaica. Attraverso un continuo estendersi della catena industriale dell’energia solare Dezhou si sviluppera’ gradualmente in una citta’ comoda, vivibile ecologica e sostenibile.

Per quanto riguarda il mercato europeo, l’ambizioso obiettivo prevede che fra tre anni tutti i nuovi edifici dovranno essere a consumo energetico quasi zero. Nei prossimi decenni si dovranno adottare soluzioni innovative sul versante urbanistico e tecnologico in grado di garantire contemporaneamente livelli adeguati di comfort e di servizi e una forte riduzione dell’impatto ambientale e dei costi.

L’introduzione di nuovi materiali, normative sempre più rigide e la diffusione di sistemi di certificazione energetico-ambientale, favoriscono l’affermarsi di un’edilizia ambientalmente sostenibile. In Cina sono 600 milioni i metri quadrati certificati in oltre trecento città e il governo punta a raggiungere la soglia dei 2 miliardi di metri quadri entro il 2020.

I margini di intervento sono tali da far ritenere che l’edilizia verrà investita da profondi cambiamenti in grado di soddisfare le crescenti esigenze della popolazione e di tenere conto dei sempre più pressanti vincoli ambientali. La richiesta di case efficienti è sempre più forte: la sostenibilità è un fattore che incide sul bilancio familiare. L’edificio, residenziale e non, piace soprattutto se è nuovo ed efficiente.