Negli ultimi anni, ci sono stati notevoli sviluppi nel mercato dei beni essenziali, in particolare per quanto riguarda l’industria del cibo e delle bevande. Il mercato alimentare del Vietnam cresce stabilmente di oltre il 10% l’anno nel periodo 2015-2020, stando ai dati del BMI.

Uno dei motivi che hanno maggiormente contribuito a questa crescita e’ la capacita’ del Vietnam, grazie al clima tropicale del Paese, di offrire ingredienti diversi, in abbondanza e a prezzi convenienti.

Inoltre, col crescere del reddito pro capite e della qualita’ vita nelle grandi citta’, la popolazione piu’ giovane e’ piu’ incline a provare cibi nuovi e ricercati, creando nuove opportunita’ di business nella ristorazione. La preferenza dei consumatori per specialita’ culinarie di altri paesi, cosi’ come per i fast food, non solo attrae investitori stranieri, ma promuove lo scambio culturale tra il Vietnam e il mondo.

In termini di strategia economica nazionale, l’industria alimentare e’ stata inserita dal governo fra i settori da sviluppare maggiormente. Sono stati emanati provvedimenti di incentivi fiscali per i redditi provenienti dai mercati alimentari e della conservazione, ma anche programmi di snellimento dell’iter amministrativo, la costruzione di infrastrutture e l’eliminazione delle barriere legali.

Molti investitori stranieri, di origine Coreana, Giapponese, Thailandese, Singaporiana e Statunitense, hanno partecipato al mercato dell’industria alimentare in Vietnam, acquistando partecipazioni in rinomate societa’ Vietnamite. Fra tutti il CJ Group coreano ha investito centinaia di milioni di dollari in Joint venture, greenfields e accordi M&A. Sono presenti nel campo della produzione, distribuzione e ristorazione.

Grazie alla presenza dei Free Trade Agreements, la quantita’ di prodotti agricoli e prodotti surgelati importati in Vietnam sta crescendo rapidamente.

La varieta’ dei prodotti agricoli e di ristoranti necessitano lo sviluppo di servizi adeguati, come la consegna a domicilio e la possibilita’ di ordinare online, che vedono la partecipazione di societa’ sia nazionali che straniere.

Grazie al suo fervore e alla cresecente attenzione ricevuta, si prevede un futuro luminoso per l’industria alimentare nei prossimi anni.