Al fine di aprire il mercato ed attirare potenziali investitori creando un ambiente di business equo e trasparente per gli investitori sia nazionali che internazionali, numerosi interventi importanti sono stati proposti per riformare l’Investment Law e l’Enterprise Law.

In merito alle procedure amministrative, per entrambe Investment Law e Enterprise Law, sono state proposte modifiche che prevedono l’abolizione di alcune fasi quali l’annuncio e, in alcuni casi, la registrazione delle modifiche presso le autorità competenti. Inoltre, le leggi dovranno anche unificare le norme di disciplina e di procedura per la registrazione di delle Imprese.

In secondo luogo, il disegno di legge riguardo i progetti le cui politiche di investimento necessitano dell’approvazione da parte del Primo Ministro, in base allo scopo, alla natura e alla portata del progetto e alle condizioni economiche analizzate caso per caso, prevede che il Primo Ministro stesso possa delegare ministeri, uffici e autorità locali per l’approvazione delle politiche di investimento. Tuttavia, secondo la Camera di Commercio e dell’Industria del Vietnam (VCCI), questo regolamento necessita di ulteriori e dettagliati interventi, chiarendo i criteri secondo cui il Primo Ministro delegherà la facolta’ di decisione ai Ministeri e alle Autorita’ locali, nonché il processo e le procedure di decentramento del Primo Ministro. La proposta di legge contiene anche la rimozione di alcune categorie dall’elenco dei progetti di investimento che devono essere approvati dal Primo Ministro.

Inoltre, secondo un sondaggio svolto dalla VCCI, le bozze di legge potrebbero ancora essere migliorate sotto alcuni aspetti. Molte questioni fondamentali, come le categorie e la definizione delle industrie ad investimento vincolato, dovrebbero essere regolate in modo uniforme dalle leggi.

Riguardo gli emendamenti della Enterprise Law, all’interno delle linee guida sono stati previsti le situazioni sanzionate con la revoca del Business Certificate, ma allo stesso tempo non sono espressamente richiamati nel testo della Legge, ad esempio nel caso in cui un’impresa violi i diritti di proprietà industriale. La VCCI ritiene che anche altri casi, come gravi violazioni delle normative ambientali e del lavoro, dovrebbero essere sanzionati con la revoca dei Business Registration Certificates.