Legalmente il sorgere di una nuova famiglia deve essere registrato nel Registro Civile Unificato dello Stato di Famiglia (Registro). Questo record può sembrare secondario, ma comporta conseguenze legali per entrambi i coniugi. Pertanto, una volta che i coniugi hanno deciso di divorziare, il record dovrebbe essere modificato di conseguenza. Nella maggior parte dei casi, ci si riferisce comunemente a questa procedura amministrativa come divorzio.

 

Sono definiti eccezionali i casi in cui uno dei coniugi è contro il divorzio e (o) i coniugi hanno figli minori. In questi casi il divorzio dovra’ avvenire presso il relativo Tribunale russo. In questo articolo affronteremo solo la procedura amministrativa convenzionale.

 

I. Richiesta di divorzio (in russo “Заявление о разводе”)

 

I coniugi devono presentare un modulo di richiesta di divorzio presso l’Ufficio del Registro. La cessazione del matrimonio in caso di domanda esclusiva, per esempio, da parte della moglie è possibile solo nel caso in cui il marito sia riconosciuto dal tribunale come assente, incapace o condannato alla reclusione per più di 3 anni.

 

Oltre al modulo di richiesta di divorzio compilato, gli sposi dovranno presentare:

– copia originale della ricevutadi pagamento delle tasse dell’autorità;

– Passaporto;

– Certificato di registrazione del matrimonio.

 

Qualsiasi documento redatto in lingua diversa dal russo dovrà essere tradotto in russo. In caso di candidatura in un paese diverso dalla Russia, la traduzione notarile certificata puo’ essere richiesta al Consolato russo.

 

• Quale autorità è responsabile per la registrazione del divorzio?

Per sciogliere il matrimonio, i coniugi dovranno rivolgersi all’Ufficio del Registro situato nel luogo di residenza o di registrazione del matrimonio.

 

• Cosa succede se uno dei coniugi o entrambi non vivono in Russia?

Il coniuge può presentare la domanda presso il Consolato russo del Paese in cui vive. In queste circostanze invece della tassa di divorzio dovra’ essere versata la tassa consolare (in russo – “Консульский сбор”).

 

• Cosa succede se il coniuge rifiuta di presentare una richiesta di divorzio?

In questo caso, il matrimonio sarà risolto dal relativo Tribunale russo. Si ricorda che in assenza del consenso di uno dei coniugi al divorzio, il Tribunale puo’ ricorrere a tentativi di riconciliazione tra i coniugi e rinviare il procedimento fino a 3 mesi.

 

• E’ possibile per una persona che non vive in Russia divorziare a distanza in assenza del consenso del coniuge (suo) coniuge?

Sì, si può autorizzare un rappresentante legale a depositare ila domanada presso il Tribunale russo competente e a rappresentare il coniuge nelle udienze.

 

II. Ottenimento del Certificato di Divorzio (in russo “Свидетельство о разводе”)

 

Dopo un mese dall’invio della richiesta di divorzio, se nessun coniuge si oppone alla sua cancellazione, le autorità procederanno alla registrazione e rilasceranno il Certificato di Divorzio.

Gli ex coniugi, o i propri rappresentanti legali, qualore lo necessitino, potranno richiedere copia del Certificato.

 

• È possibile ottenere un Certificato di Divorzio a distanza?

Sì, in questo caso l’ex-coniuge può autorizzare un’altra persona ad agire per suo conto.