Il 13 marzo scorso l’Agenzia per la Sicurezza Pubblica di Shanghai ha pubblicato sul proprio sito web il testo completo del Regolamento sulla Gestione della Registrazione della Residenza Permanente a Shanghai, un documento che ha l’obiettivo di chiarire molti aspetti riguardo la registrazione della residenza.

L’Articolo 32 del Regolamento stabilisce che se il diritto di proprieta’ della casa o il diritto di locazione in caso di abitazioni pubbliche e’stato trasferito e l’attuale titolare vuole il trasferimento della residenza originaria della casa, il comando di polizia locale per la sicurezza pubblica e’ tenuto a notificare al precedente residente l’intimazione a trasferire la residenza. Qualora il cedente rifiutasse il trasferimento o la notificazione non andasse a buon fine, la residenza sara’ trasferita direttamente nel registro relativo alla residenza permanente registrata della pubblica comunita’.

In passato, nel caso in cui il venditore non avesse trasferito la residenza in tempo utile dopo la firma del contratto con l’acquirente, quest’ultimo non avrebbe potuto godere dei diritti relativi all’abitazione e si sarebbe trovato in una situazione di disagio, dal momento che il regolamento precedente non prevedeva il trasferimento coattivo da parte degli organi per la sicurezza pubblica in caso di conflitto. Infatti l’unico modo possibile per trasferire la residenza era su iniziativa volontaria del primo titolare.

Non trattandosi di una questione di diritto civile, essa non rientra nella giurisdizione delle Corti, per cui il processo per il trasferimento della residenza rappresentava un aspetto problematico delle transazioni immobiliari ed andava ad influenzare negativamente il mercato stesso. A subire tale situazione non erano solo il venditore e l’acquirente: vari problemi si riscontravano anche nella gestione della registrazione delle residenze e cio’ andava ad incidere sui costi per la gestione sociale.

Le modifiche al regolamento forniscono dunque utili soluzioni alla questione e, stando a quanto affermato da rappresentanti dell’Agenzia per l’Amministrazione delle Proprieta’ abitative, Shanghai ha modificato il testo di riferimento del Contratto di vendita immobiliare a Shanghai, utilizzabile dal 1 marzo 2018. Nel nuovo modello sono state aggiunte clausole relative al trasferimento della residenza tra le parti, cosi’ da mettere le stesse in condizione di trovare un accordo prima della conclusione del contratto, tutelando le proprie posizioni nel processo di vendita.

Alcuni esperti sostengono che solo con l’entrata in vigore del nuovo regolamento i “lavativi” in queste situazioni saranno in numero minore, tuttavia la pressione da parte dell’amministrazione per la gestione della registrazione della residenza da parte della comunita’ urbana vedra’ senz’altro dei miglioramenti.

D’Andrea & Partners continuera’ ad informarvi sulle ultime novita’ relative alla registrazione della residenza permanente a Shanghai; per tenervi costantemente aggiornati continuate a seguirci, oppure per domande o maggiori informazioni scriveteci a info@dandreapartners.com