Con l’obiettivo di indirizzare e regolamentare maggiormente gli investimenti esteri promossi dalle societa’ cinesi oltreoceano, nonche’ di promuovere l’effettuazione di investimenti in modo ragionevole, sano e ordinato, nel mese di agosto 2017 il General Office of the State Council ha emesso le “Istruzioni per guidare e regolamentare ulteriormente l’orientamento degli investimenti all’estero”, in cui sono state identificate e suddivise le categorie di investimenti che potranno essere incoraggiate ovvero limitate e vietate.

Principali categorie di investimenti esteri incoraggiati

  1. Investimenti nella costruzione di infrastrutture e relativi collegamenti appartenenti al progetto “One Belt One Road”, oltre alle interconnessioni delle stesse con le infrastrutture nelle regioni circostanti;
  2. Investimenti in grado di esportare la potenza industriale competitiva, nonche’ attrezzature di alta qualita’ e standard tecnici;
  3. Creazione di centri Ricerca e Sviluppo.

Categorie di investimenti esteri con limitazioni

  1. Investimenti in Paesi e Regioni che non abbiano stretto relazioni diplomatiche con la Cina, o che si trovino in stato di guerra ovvero siano riportati negli elenchi dei Paesi e Regioni con restrizioni, come statuito nei trattati o negli accordi multilaterali sottoscritti dal governo cinese;
  2. Investimenti in proprieta’ immobiliari, hotel, intrattenimento, club sportivi, etc;
  3. Costituzione di fondi di private equity o piattaforme di investimento senza concreti progetti commerciali;
  4. Investimenti in produzioni di attrezzature obsolete non conformi agli standard tecnici imposti dal Paese di destinazione dell’investimento stesso;
  5. Investimenti non conformi alle regolamentazioni relative alla protezione dell’ambiente, al consumo energetico e agli standard di sicurezza stabiliti dal Paese di destinazione.

Prima di dar loro atto, le prime tre categorie di investimenti dovranno passare al vaglio e ottenere l’approvazione dei dipartimenti competenti per gli investimenti esteri.

Principali categorie di investimenti esteri vietati

  1. Investimenti che abbiano ad oggetto l’esportazione di tecnologie e prodotti essenziali nell’industria militare, in assenza di approvazione statale;
  2. Investimenti che abbiano ad oggetto tecnologie, processi e prodotti non esportabili come stabilito dal governo cinese;
  3. Investimenti nell’industria delle scommesse e della pornografia o in altri campi in violazione delle leggi cinesi.

Se vuoi saperne di piu’ sugli investimenti esteri, non esitare a scriverci a info@dandreapartners.com