L’EVFTA, l’accordo di libero scambio di nuova generazione tra il Vietnam e 28 membri dell’Unione europea, è uno dei due accordi di maggiore portata e impegno da parte del Vietnam ed è considerato come l’inizio di una nuova era nelle relazioni commerciali tra le parti.

Attualmente, i negoziati sono conclusi, la revisione legale è stata completata ed il testo è stato diviso in 2 sezioni: l’accordo di libero scambio e l’accordo di protezione degli investimenti. Entrambi sono stati concordati con i membri della Commissione europea e sono ora da sottoporre al Consiglio europeo per l’approvazione.

Una volta in vigore, secondo il programma predefinito, l’ALS potrebbe ridurre del 99% i dazi doganali sulle merci d’importazione, per cui molte merci sconteranno lo 0% di tasso di importazione. Questo creerà sicuramente opportunità importanti fra i commercianti e gli uomini d’affari del Vietnam, e membri dell’UE per attirare investimenti, aumentare la loro competitività, e creare collaborazioni stabili e a lungo termine.

Dal momento che la struttura delle importazioni e delle esportazioni tra il Vietnam e l’UE è considerata complementare e non direttamente competitiva, il vantaggio di questo accordo è enorme se le imprese sapranno organizzare la produzione e trarne i rispettivi benefici.

Secondo i calcoli, la crescita delle esportazioni del Vietnam verso l’UE aumenterà dal 30-40% in 10 anni, soprattutto per i beni preferenziali come i prodotti agricoli, i frutti di mare, i prodotti in legno e i tessili.

Inoltre, il Vietnam ha anche la possibilità di diventare un punto di collegamento indispensabile per le attività commerciali e di investimento dei paesi europei nella regione ASEAN.

Secondo Mr. Tran Tuan Anh, Ministro dell’industria e del commercio del Vietnam, i membri dell’UE possono aumentare gli investimenti in Vietnam nei settori principali come le automobili, l’industria manifatturiera e l’informatica. Si prevedono flussi di capitale in entrata in Vietnam insieme a prodotti esportati di origine certificata secondo gli standard europei che quindi miglioreranno indirettamente la qualità dei prodotti sul mercato interno.

Con le visite del primo ministro vietnamita Nguyen Xuan Phuc presso i partner bilaterali e i leader dell’Unione europea, il Vietnam e l’UE hanno promesso di accelerare i tempi per la firma, la ratifica e l’entrata in vigore dell’accordo di libero scambio e l’accordo di protezione degli investimenti.