Dopo un lungo e travagliato iter parlamentare, la nuova Legge per il mercato e la concorrenza (L. n. 124/2017) è stata approvata in via definitiva il 4 Agosto 2017. Le novità introdotte sono molteplici e interessano svariati settori di mercato, tra i quali si ricordano quello delle assicurazioni, della professione forense e notarile, dei trasporti pubblici, delle farmacie e dell’energia elettrica.

Di seguito un quadro delle più importanti innovazioni introdotte, divise per settore.

 

Avvocatura

Partendo dall’esame delle novità che hanno interessato il settore legale, spicca un’importantissima innovazione relativa all’esercizio della professione forense in forma societaria, che è ora consentito “a società di persone, a società di capitali o a società cooperative iscritte in un’apposita sezione speciale dell’albo tenuto dall’ordine territoriale nella cui circoscrizione ha sede la stessa società”.

Tuttavia, nelle predette società, almeno i due terzi del capitale sociale e dei diritti di voto devono essere detenuti da soci avvocati, iscritti al relativo albo professionale. Il venir meno di tale condizione costituisce causa di scioglimento della società, mentre la sospensione, cancellazione o radiazione dei soci avvocati dagli albi nei quali sono iscritti costituisce causa personale di esclusione dalla società.

I soci avvocati mantengono un ruolo centrale nella gestione della società, dal momento che essi devono necessariamente rappresentare la maggioranza dei membri dell’organo di gestione. Inoltre, i soggetti estranei alla compagine sociale non possono assumere la carica di amministratori.

Anche nel caso di esercizio della professione forense in forma societaria resta fermo il principio della personalità della prestazione professionale. L’incarico può essere svolto soltanto da soci professionisti in possesso dei requisiti necessari per lo svolgimento della specifica prestazione professionale richiesta dal cliente, i quali assicurano per tutta la durata dell’incarico la piena indipendenza e imparzialità, dichiarando possibili conflitti di interesse o incompatibilità, iniziali o sopravvenuti.

Le società di avvocati sono tenute al rispetto del codice deontologico forense e soggette alla competenza disciplinare dell’ordine di appartenenza.

Notariato

Per quanto riguarda la professione notarile, è previsto innanzitutto l’incremento del numero dei professionisti, che salirà da 1 ogni 7 mila abitanti a 1 ogni 5 mila.

Viene esteso l’ambito territoriale nel quale il notaio può esercitare le proprie funzioni. Infatti, il notaio può ora recarsi, per ragione delle sue funzioni, in tutto il territorio della regione in cui si trova la propria sede, ovvero in tutto il distretto della Corte d’appello in cui si trova la sede, se tale distretto comprende più regioni.

Si prevede inoltre che i notai debbano far confluire su conti correnti dedicati, i quali costituiscono patrimoni separati rispetto a quello personale del notaio stesso, le somme di cui all’art. 1, comma 63, della L. 147/2013 (in linea di principio, il denaro ricevuto dai clienti per il pagamento di imposte nonché tutte le somme che il notaio sia incaricato di custodire).

La legge interviene anche sul tema della pubblicità professionale dei notai, allineandone la disciplina a quella prevista per tutte le professioni dal regolamento di riforma degli ordinamenti professionali (D.P.R. 137 del 2012).

Assicurazioni

La legge sulla concorrenza è intervenuta in modo consistente in materia di assicurazioni.

Vengono innanzitutto introdotti degli sconti sulle polizze RCA a favore di coloro che fanno installare delle scatole nere sui propri veicoli, da determinare sulla base di parametri oggettivi. Ciò in quanto la presenza di tale dispositivo previene il verificarsi di frodi assicurative, in passato piuttosto frequenti.

Resta ferma la possibilità, per l’assicurato, di ottenere l’integrale risarcimento dei danni subiti in occasione di un incidente stradale rivolgendosi ad imprese di autoriparazione di propria fiducia abilitate ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 122. Tuttavia, tale impresa deve fornire la documentazione fiscale e un’idonea garanzia sulle riparazioni effettuate, con una validità non inferiore a due anni per tutte le parti non soggette a usura ordinaria.

Al fine di prevenire il fenomeno delle false testimonianze, molto diffuso in passato, viene modificata la procedura di identificazione degli stessi in ipotesi di sinistri con soli danni a cose. L’identificazione di eventuali testimoni sul luogo di accadimento dell’incidente deve risultare dalla denuncia di sinistro o comunque dal primo atto formale del danneggiato nei confronti dell’impresa di assicurazione o, in mancanza, deve essere richiesta dall’impresa di assicurazione con espresso avviso all’assicurato delle conseguenze processuali della mancata risposta. Il giudice inoltre trasmette un’informativa alla procura della Repubblica, in relazione alla ricorrenza dei medesimi nominativi di testimoni presenti in più di tre sinistri negli ultimi cinque anni.

Molto importante è l’innovazione in tema di risarcimento del danno non patrimoniale. Esso sarà infatti liquidato sulla base dei parametri oggettivi stabiliti da tabelle valide su tutto il territorio nazionale, ispirati dai criteri applicati dalla costante giurisprudenza di legittimità. Al giudice è solo consentito, qualora la menomazione accertata incida in maniera rilevante su specifici aspetti dinamico-relazionali personali documentati e obiettivamente accertati, di aumentare l’ammontare del risarcimento del danno fino al 30 per cento rispetto a quanto stabilito dalle tabelle.

Energia elettrica

Si prevede a partire dal luglio 2019 la liberalizzazione delle tariffe di luce e gas. Infatti, il comma 59 va a disporre l’abrogazione del del regime cd. “di maggior tutela” nel settore del gas naturale, abrogando, a partire dal 1° luglio 2019, la disciplina che prevede la definizione da parte dell’Autorità per l’energia delle tariffe del gas per i consumatori che non abbiano ancora optato per un fornitore sul mercato libero.

Al fine di meglio coordinare politiche di sostegno ai clienti economicamente svantaggiati e ai clienti domestici presso i quali sono presenti persone che versano in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche, alimentate a energia elettrica, è demandato ad un decreto del Ministero dello sviluppo economico la regolamentazione dei favori economici a questi spettanti (bonus elettricità e bonus gas).

Trasporti

È stata conferita al governo delega ad adottare un decreto legislativo per la revisione della disciplina settoriale degli automezzi pubblici non di linea, come UBER e NCC.

Tra i principi e criteri del decreto delegato, si prevede la garanzia del diritto alla mobilità di tutti i cittadini e che assicuri agli autoservizi stessi una funzione complementare e integrativa rispetto ai trasporti pubblici di linea ferroviari, automobilistici, marittimi, lacuali e aerei. È espressamente previsto che l’offerta di servizi sia adeguata alle nuove forme di mobilità che si svolgono grazie ad applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti.

Al tempo stesso, si prevede la necessità di adeguare il sistema sanzionatorio per le violazioni amministrative, individuando sanzioni efficaci, dissuasive e proporzionate alla gravità della violazione, anche ai fini di contrasto di fenomeni di abusivismo.

Farmacie

Si consente l’ingresso di società di capitale nella titolarità dell’esercizio di farmacie private, e si rimuove contestualmente il limite delle quattro licenze attualmente previsto in capo a ciascuna società. Tuttavia, tali società possono controllare, direttamente o indirettamente, ai sensi degli articoli 2359 e seguenti del codice civile, non più del 20 per cento delle farmacie esistenti nel territorio della medesima regione o provincia autonoma.

I medicinali di fascia C con obbligo di ricetta continuano a poter essere venduti esclusivamente in farmacia.

Per maggiori informazioni, contattaci a: info@dandreapartners.com