Con una vigorosa crescita economica negli ultimi anni, il Vietnam è attualmente considerato una destinazione di primo piano per gli acquirenti stranieri in cerca di proprietà immobiliari, in particolare cittadini di Hong Kong, Taiwan, Corea del Sud e Cina. La domanda di investimenti in immobili in Vietnam è aumentata in modo significativo dal 2015, quando il diritto di proprietà è stato esteso per la prima volta agli investitori internazionali. Il mercato è stato oggetto di un crescente interesse da parte degli investitori asiatici che approfittano dei prezzi convenienti rispetto al resto del continente.

Il mercato immobiliare vietnamita è diventato il secondo settore di investimento più attrattivo di investitori stranieri e ha portato 1,1 miliardi di USD in FDI nel periodo compreso tra gennaio-aprile, vale a dire  il 7,5% del totale degli investimenti diretti esteri. Nel 2016 gli acquirenti cinesi di prodotti di lusso e di alta gamma hanno rappresentato il 2% degli acquirenti totali e il 4% nell’anno 2017, ma hanno raggiunto livelli senza precedenti nel 2018, raggiungendo il 30%.

La legge vigente consente agli stranieri di acquistare una casa in Vietnam e, come anticipato, i prezzi sono più economici rispetto ad altri Paesi asiatici come Singapore o Thailandia. Esistono attualmente limitazioni governative l’apertura di nuovi progetti in Ho Chi Minh City, di conseguenza l’offerta sarà limitata e il mercato non si saturerà con lo sviluppo indiscriminato di nuovi cantieri. Le attuali normative fissano il tetto della proprietà straniera, consentita in un singolo condominio, al 30% del numero totale di appartamenti. Sebbene il limite del 30% possa sembrare basso, ciò significa che sarà più facile trovare inquilini. Il limite di proprietà della casa per gli acquirenti stranieri è stato raggiunto in diversi progetti immobiliari e si prevede un alleggerimento insieme ad una concessione di credito bancario più agevole per attirare investitori stranieri.

I prezzi per case nuove nel quartiere centrale di Ho Chi Minh City si aggirano intorno a 5.500-6.500 USD al metro quadro ei proprietari sono soggetti a tasse e commissioni aggiuntive, mentre gli acquirenti in Vietnam devono pagare solo il 10% di IVA e il 2% una tantum per spese di manutenzione.

Dal 2017 l’interesse da parte dei cinesi per gli edifici di Hanoi e Ho Chi Minh City non ha fatto che aumentare, in particolare per progetti di appartamenti di lusso ed esclusivi  in centro città. I progetti di appartamenti di fascia alta nei distretti 2 e 9 di Ho Chi Minh City ricevono attualmente un rendimento locativo del 6-8%. Si prevede che il prezzo degli appartamenti di lusso nei Distretti 1 e 3  aumentino del 5-7% all’anno a causa della ridotta offerta nel mercato. I prezzi nel segmento del lusso in queste aree si attestano a 168-280 milioni di VND per metro quadrato.

Anche le proprietà per le vacanze e l’ospitality nelle aree costiere hanno richiamano l’interesse degli acquirenti stranieri. Tuttavia il mercato ha subito un rallentamento all’inizio di quest’anno (una possibile causa può essere individuata nel numero di licenze rilasciate per i nuovi progetti abitativi nel 2018- 2020), ma non nei segmenti di lusso e condominio esclusivi che rappresentavano il 60% dell’offerta nel mercato.