In Cina

Negli ultimi decenni, la tecnologia ci ha portato ad una nuova era. Oggi, tra le forme di pagamento c’è un nuovo arrivo: l’e-money, il denaro elettronico.

Cosa è l’ e-money?

La moneta elettronica (e-money) è valuta stoccata elettronicamente (e/o magneticamente), emessa da un emittente di moneta elettronica al ricevimento di fondi dello stesso valore, e viene utilizzata da una persona che desidera effettuare transazioni di pagamento trasferendo la cifra in modo elettronico.

L’e-money, oggi, è entrata in tutte le aree della vita quotidiana, merito dei tanti suoi vantaggi, tra i quali, sicuramente, i principali sono: l’anonimato, il risparmio nei costi della transazione, la convenienza legata al pagamento effettuato tramite cellulare o altro terminale mobile, l’anti-contraffazione.

Al giorno d’oggi, senza andare da nessuna parte, senza nemmeno doversi spostare o muoversi, le persone usano denaro elettronico per depositare, pagare i propri acquisti, trasferire denaro, accedere al prestito al consumo. Tutto, semplicemente, con un clic di mouse o un touch del proprio mobile screen.

Tipologie di e-money

Le principali tipologie di e-money disponibili al momento sul mercato sono le carte prepagate, come ad esempio la scheda di ricarica mobile, nonché le carte ed i conti prepagati specifici per l’uso online (principalmente nei siti di e-commerce). Gli esempi più noti sono senza dubbio PayPal o il portafoglio di Wechat (Wechat wallet).

C’è un’altra forma di moneta elettronica che, tuttavia, non si basa su alcuna valuta reale. In questo caso, la moneta è puramente digitale: la più famosa, conosciuta e utilizzata è Bitcoin.

Il mercato del Third-party Digital Payment in Cina

In concomitanza con il rapido sviluppo della moneta elettronica, l’emergere del business digitale ha iniziato a crescere esponenzialmente. Così i siti di e-commerce si sono organizzati per offrire processi di invio più chiari, account di verifica e conferma del pagamento e molte altre funzionalità, fino a pochi anni fa impensabili.

Il 2005 è stato il primo anno di utilizzo del pagamento digitale in Cina. Da allora, questa forma di pagamento ha visto una crescita incredibile in questo Paese.

Già nel primo trimestre del 2007, l’ammontare dei third-party digital payment in Cina ha raggiunto 16 miliardi di RMB ed è aumentato di oltre quattro volte rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Per fare qualche esempio di nomi conosciuti, PayPal, oggi, è classificata al primo posto con quasi il 50% di market share, mentre Tencent e China Unionpay seguono a ruota e completano la rosa dei primi tre operatori in questo immenso mercato.

Allo stato attuale, in Cina, il mercato del pagamento digitale è entrato nella fase matura e questo, principalmente, per tre ragioni: in primo luogo, leggi e regolamenti su segmenti di business come il pagamento online e le carte di credito prepagate sono promulgati con grande velocità e in gran numero, uno dopo l’altro, e le condizioni di competitività sono sempre più equilibrate e stabili; secondo, le imprese di commercio elettronico, i gruppi commerciali tradizionali, i giganti di internet, gli operatori di telecomunicazione, nonché le imprese third-party digital payment hanno compiuto tutti un grande salto evolutivo di mercato; in terzo luogo, le imprese che operano nel mercato del pagamento digitale hanno allargato il loro campo d’azione e, dal tradizionale shopping online del viaggio o del gioco online sono arrivati a gestire la vendita di prodotti finanziari, fashion e di lusso, prodotti e servizi logistici e di ristorazione. Ad oggi, non esiste un settore che, a dire il vero, non stia esplorando nuovi spazi di mercato e di profitto legati all’online.

Possibili rischi del pagamento digitale

Questa innovazione, tuttavia, non è priva di risvolti negativi. I rischi del pagamento digitale ci sono e vanno dall’uscita di informazioni del cliente alle frodi online, fino alla contraffazione di carte pre-pagate, e molti altri ancora.

Tutti questi rischi sono strettamente legati alle difficoltà di supervisione e controllo: la natura virtuale dei vari elementi e la transazione stessa rendono difficile verificare e controllare il corso dell’operazione e, di conseguenza, lasciano spazio a possibili attacchi da parte degli hacker.

La supervisione dei pagamenti digitali in Cina

L’importante cambiamento nella natura del denaro ha avuto notevoli conseguenze impreviste.

I vantaggi per i criminali e gli evasori fiscali potrebbero essere considerevoli e, per questo, occorre correre ai ripari. Come si è mossa la RPC per massimizzare i benefici per la società, ma, al tempo stesso, contenere i rischi di questo nuovo strumento?

Il principale Regolamento è lo Yin Jian Fa [2014], Documento No. 10, ovvero, la Circular of the China Bankin Regulatory Commission and the People’s Bank of China on Strengthening the Administration of Cooperative Business Between Commercial Banks and Third-party Payment Institutions, il quale regolamenta la sicurezza delle informazioni dei consumatori che operano mediante third-party digital payment, nonché stabilisce i requisiti legali per le imprese che operano il pagamento.

Alla fine dello scorso anno, l’Announcement of the People’s Bank of China [2015] No. 43 – Administrative Measures for Internet Payment Services of Non-banking Payment Institutions – fu pubblicato sul sito ufficiale della Banca Centrale cinese, con l’obiettivo di raccogliere commenti. Questo Announcement impone restrizioni sull’ importo massimo trattato in un singolo giorno attraverso l’apertura di conti, trasferimenti e pagamenti, ecc. Una volta che sarà operativo ed effettivo, tale Announcement richiederà agli operatori online di rispettare il sistema di identità reale e, quindi, di permettere un controllo efficace sull’identità dell’utente del pagamento da parte di almeno tre operatori ufficiali riconosciuti dalla legge, quali la sicurezza pubblica, l’amministrazione dell’industria e del commercio, e la banca commerciale.

Il limite per pagamenti effettuati attraverso “third party payment account” sarà limitato ad un massimo di 5000 RMB al giorno; in ogni caso, i patiti dello shopping online non hanno di che preoccuparsi, in quanto sarà ancora possibile fare acquisti superiori a 5000 RMB utilizzando altri strumenti di pagamento online.

Tale restrizione avrebbe anche un significato ulteriore, ovvero che i trasferimenti interbancari attraverso third-party digital payment potrebbero non essere disponibili gratuitamente ancora per molto e che, in altre parole, potrebbe essere necessario pagare per tale servizio.

Molti sono del parere che il nuovo Announcement, una volta effettivo, svolgerà un ruolo positivo nella salvaguardia e tutela della sicurezza delle transazioni, ma anche che rappresenterà un freno per la innovazione e la flessibilità di questi sistemi di pagamento.

Solo nei prossimi mesi potremo apprezzarne al massimo la portata innovativa.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, si può inviare una email a info@dandreapartners.com

Disclaimer
Questo articolo ha esclusivamente carattere informativo e non costituisce parere legale. Sebbene le informazioni quivi contenute siano state ottenute da fonti ufficiali attendibili, nessuna garanzia è fatta riguardo alla loro esattezza e completezza.