A partire dal 2021, il nuovo codice del lavoro vietnamita entrerà ufficialmente in vigore. Di conseguenza, ci sono una serie di contenuti degni di nota di cui i dipendenti e i datori di lavoro dovranno tener conto nello svolgimento del rapporto di lavoro. Con questo articolo desideriamo riassumere i principali emendamenti alla normativa di riferimento.

 

  1. Il nome del contratto non è rilevante per determinare l’esistenza di un rapporto di lavoro

Al fine di evitare l’uso di nomi diversi per eludere gli obblighi previsti dalla legge, il nuovo codice del lavoro stabilisce che un qualsiasi accordo è considerato un contratto di lavoro se include due elementi principali: i) lavoro dipendente, e ii) gestione, amministrazione e supervisione di una parte, anche se le parti concordano di firmare il contratto sotto un nome diverso (ad esempio, accordo di cooperazione).

  1. I contratti di lavoro conclusi telematicamente saranno considerati validi

A partire dal 2021, i contratti di lavoro stipulati per via telematica sotto forma di comunicazioni elettroniche saranno validi, al pari dei contratti di lavoro conclusi in forma scritta, a condizione che la comunicazione dei dati soddisfi le condizioni previste dalla legge sulle transazioni elettroniche.

  1. I contratti stagionali/contratti per determinati lavori di durata inferiore a 12 mesi saranno abrogati, ma il contratto di lavoro a tempo determinato può avere una durata compresa tra 0 e 36 mesi.

Secondo il nuovo codice del lavoro, un contratto di lavoro stagionale o un contratto di lavoro specifico di durata inferiore a 12 mesi non sarà considerato come un tipo di contratto di lavoro. Di conseguenza, le parti possono stipulare solo un contratto a tempo determinato o un contratto a tempo indeterminato. Tuttavia, la durata minima di un contratto a tempo determinato è stata ridotta a 0 mesi, in modo che le parti siano libere di stipulare un contratto di lavoro a tempo determinato di durata compresa tra 0 e 36 mesi.

  1. Il datore di lavoro non può obbligare i dipendenti a lavorare per rimborsare debiti o benefit

Al fine di garantire i diritti dei dipendenti nei rapporti di lavoro, il nuovo codice del lavoro prevede che i datori di lavoro non siano autorizzati a chiedere ai dipendenti di lavorare per rimborsare eventuali debiti o benefici.

  1. Il periodo di prova può essere specificato in un contratto di lavoro

Invece di firmare un contratto di prova separato, a partire dal 2021, i dipendenti e i datori di lavoro possono concordare un periodo di prova direttamente nel contratto di lavoro. Inoltre, il periodo di prova non sarà applicato ad alcun contratto di lavoro di durata inferiore a 1 mese.

  1. Nuova normativa per le regole interne di lavoro

Secondo la nuova legge sul lavoro, tutti i datori di lavoro devono elaborare un regolamento interno sul lavoro indipendentemente dal numero di dipendenti, adempimento che in precedenza non era richiesto nel caso in cui i datori di lavoro avessero meno di 10 dipendenti. Tuttavia, la soglia dei 10 dipendenti è ancora rilevante ai sensi del nuovo codice del lavoro perché solo in questo caso il regolamento interno dovrà avere forma scritta. Inoltre, la legge prescrive che tre nuovi elementi obbligatori dovranno essere disciplinati nel regolamento interno, e cioè (1) le misure per prevenire e combattere le molestie sessuali sul posto di lavoro, nonché l’ordine e le procedure utili a gestire queste situazioni; (2) i casi di trasferimento temporaneo di un dipendente per svolgere altri lavori rispetto a quelli stipulati nel contratto di lavoro; (3) l’individuazione della persona competente a gestire le procedure disciplinari di lavoro.

 

Raccomandiamo a tutti i datori di lavoro che operano in Vietnam di garantire la conformità complessiva del loro sistema di risorse umane alle nuove normative, al fine di evitare il rischio di potenziali controversie con i dipendenti e di sanzioni da parte delle autorità locali. I nostri professionisti in Vietnam sono disponibili ad assistervi nell’adempimento delle regole previste dal nuovo codice del lavoro.