Negli ultimi mesi il mondo si è attivato ulteriormente per il miglioramento della protezione ambientale e anche l’India sta facendo la sua parte.

Infatti, il 12 gennaio 2019 a Nuova Delhi, il dott. Harsh Vardhan, Ministro dell’Unione per l’Ambiente, Foreste e Cambiamenti Climatici, ha avviato il Programma nazionale per l’aria pulita (“NCAP”). Questo progetto amplierà la rete nazionale di monitoraggio della qualità dell’aria, rafforzerà la capacità di gestione dell’inquinamento atmosferico e rafforzerà la consapevolezza del pubblico sui pericoli dell’inquinamento atmosferico.

L’NCAP pone chiaramente l’attenzione sulla necessaria azione da parte dei cittadini per aiutare il Paese ad ottenere aria più pulita. Nell’ambito del NCAP, verranno sviluppati piani d’azione su misura per ognuna delle 102 città che superano le soglie nazionali sulla qualità dell’aria.

Questo programma ha fissato provvisoriamente un obiettivo nazionale di riduzione del 20% -30% della concentrazione di PM2,5 (particolato di diametro 2,5 micron o inferiore, o PM2,5) e PM10 (particolato di diametro 10 micron o inferiore, o PM10) entro il 2024.

L’NCAP si avvarrà dell’assistenza del programma Smart Cities, introdotto per favorire lo sviluppo scientifico di città selezionate, per lanciare l’NCAP nelle 43 Smart Cities che rientrano nell’elenco delle 102 città oltre-limite. L’obiettivo è allineare questo programma alle politiche e ai programmi esistenti, tra cui il Piano d’Azione Nazionale sui Cambiamenti Climatici, iniziative sui veicoli elettrici, la Missione Smart Cities.

E’ indispensabile una stretta collaborazione e il coordinamento intersettoriale tra Ministeri centrali, Governi statali ed Enti locali. Il programma collaborerà con organizzazioni internazionali multilaterali e bilaterali, fondazioni filantropiche e istituti tecnici leader per raggiungere i suoi obiettivi.

Presumibilmente, il budget assegnato è di INR 300 Crore / 42,6 milioni di USD per i primi due anni. Gli esperti hanno espresso preoccupazione per il budget del programma, ritenendolo troppo basso per ottenere risultati sostanziali in tutto il Paese.

L’NCAP ha sicuramente contribuito a dare il via alla tanto attesa buona pratica di fissare obiettivi di riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Questo programma manifesta i buoni propositi dell’India nel muovere i primi passi per migliorare la qualità dell’aria, di pari passo con le esigenze di tutto il mondo. Nel caso in cui l’India riuscisse ad attuare questo ambizioso piano, saremo testimoni di un grande cambiamento che diventerà un esempio concreto da seguire per gli  altri Paesi.